Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2016

Konya mo nemurenai (+ lo spinoff Kimi to kore kara)

Immagine
Konya mo nemurenai (“Un’altra notte insonne”) è un manga scritto e illustrato da Kotetsuko Yamamoto a partire dal 2011. Inizialmente serializzato sulla rivista Rutile, è poi stato raccolto in 3 tankobon. La serie è conclusa e inedita in Italia; dal 2014 l’autrice sta scrivendo uno spin-off a essa ispirata, Kimi to kore kara, anche questo inedito nel nostro Paese.
TRAMA: Rikiya ha 18 anni e ha appena cominciato il college. Pur essendo gay, non è mai uscito con un ragazzo. Per questo si iscrive a un sito online di appuntamenti e, incredibilmente, viene contattato; purtroppo però finisce in un brutto guaio quando il tipo in questione lo droga e lo conduce in un posto isolato con l’intento di stuprarlo, riprenderlo con la videocamera e mettere il tutto su internet! Rikiya sta per soccombere quando, all’improvviso, accade una cosa molto strana: dal muro della stanza viene fuori un ragazzino che dice di essere un demone di nome Endo e che, dal momento che Rikiya l’ha evocato, è tenuto a esau…

Henshin Dekinai

Immagine
Henshin Dekinai (“Non posso cambiare”) è un manga scritto da Hitoyo Shinozaki e illustrato da Thoru Kousaka a partire dal 2010. Nato come spin-off di un altro loro manga, Okane ga nai, è stato serializzato dalla Gentosha e poi raccolto in un unico tankobon; in Italia è inedito. TRAMA: il meccanico Soichiro Honda s’innamora a prima vista di Kaoruko Someya, un bellissimo okama – vale a dire una drag queen. Lui però non lo sa e pensa si tratti di una donna; Someya decide di stare al gioco per divertirsi un pò, ma ha una grossa sorpresa quando, anche dopo aver scoperto la sua identità, l’atteggiamento di Honda nei suoi confronti non cambia di una virgola. L’uomo gli chiede addirittura di uscire con lui! Come reagirà Someya?

Karada Meate de Warui ka

Immagine
Karada Meate de Warui ka (“È sbagliato se guardo il tuo corpo?”) è un manga yaoi scritto e illustrato da Kiyo Koizumi a partire dal 2011. Prima è stato serializzato sulla rivista HertZ e poi raccolto in un unico tankobon. Si compone di due storie indipendenti tra loro, ed è inedito in Italia. TRAMA – Prima Storia (quella che dà il titolo al manga): Hazumi è uno studente anonimo e solitario e perciò non di rado viene preso di mira dai bulli della scuola. Un giorno però viene salvato da Kakuno, un compagno dal fisico imponente. Hazumi si invaghisce di lui e gli chiede di mostrargli il suo corpo; Kakuno acconsente, e dal quel momento la loro relazione si fa davvero strana. Seconda storia (“Night Falls”): una notte, il piccolo Naoya sente dei rumori provenire dalla camera della sorella maggiore. Alzatosi per indagare, scopre che con lei c’è uno sconosciuto, un uomo di nome Shiro. Naoya ha un pò paura di lui, che invece sembra prenderlo in simpatia. Le visite di Shiro rimangono regolari fino…

Meme-Tag: Zombie Apocalypse

Immagine
Ormai lo sapete che adoro meme e tag vari, no? E quindi ve ne beccate un altro. XD Questo l’ho pescato nel blog Divoratori di Libri: appena ho letto la parola zombie (creature per cui ho un debole da sempre, leggo/vedo tutto ciò che li riguardi) mi ci sono fiondata pensando che sarebbe stato troppo divertente applicare il tag all’argomento che nel mio blog regna sovrano, ossia il genere yaoi; e infatti sono venute fuori certe perle che... ma continuate a leggere e lo vedrete!

Ai no Kusabi

Immagine
Ai no Kusabi (“Il cuneo dell’amore”) è una serie di light novels scritte da Rieko Yoshihara e illustrate da Katsumi Michihara a partire dal 1986. È stata serializzata sulla rivista Shousetsu June per poi essere raccolta in volumi cartonati nel 1990 (8 in tutto). Nel 1992 e nel 1994 è stata adattata in due oav, che nel 1996 sono stati rilasciati in italiano dalla Yamato Video. Nel 2012 è iniziata una nuova serie animata ispirata ai romanzi, che doveva consistere in 12 episodi, ma per problemi di budget ne sono usciti solo 4; ad oggi la serie è rimasta interrotta.
TRAMA: la storia si svolge in un futuro distopico sul pianeta Amoi, governato da un’intelligenza artificiale chiamata Jupiter. A capo del pianeta sono i cosiddetti Elite, uomini bellissimi dai lunghi capelli biondi, e per questo detti Blondie, che vivono nella torre di Eos posta nella capitale Tanagura. I Blondie sono a loro volta stati creati artificialmente da Jupiter che, per renderli il più possibile perfetti, li ha privati…